Prof. dell’Unipd rileva dipinti rupestri di 40.000 anni fa

Nel 1985 il prof. Franco Viviani ha accompagnato una spedizione del gruppo speleologico padovano del CAI in un’esplorazione delle grotte carsiche nell‘isola di Sulawesi in Indonesia. Più di 30 anni dopo, uno studio pubblicato su Nature ha appurato che le pitture rupestri presenti in quelle grotte e rilevate dal professore sono datate più di 40mila anni fa, cioè della stessa età di quelle europee, considerate le più antiche al mondo.

“L’idea è nata dal gruppo speleologico padovano assieme al gruppo grotte Treviso. – ha dichiarato il professore ai nostri microfoni – Volevamo fare una sorta di pre-spedizione per farne in seguito una più grande. Siamo andati a vedere in questo grande carso nell’isola di Sulawesi che all’epoca era sconosciuta”.

https://www.nature.com/articles/nature13422/figures/8

“L’area che abbiamo esplorato noi era un’area carsica nel sud di Sulawesi, si chiama Maros e all’epoca era stata studiata pochissimo – ha continuato il prof. Viviani -. Noi nel 1985 siamo arrivati in questa grotta, dopo averne visitate molte. Quando siamo giunti qui abbiamo visto uno splendore: abbiamo notato una canoa, un cervo, dei babirussa che sono dei piccoli cinghialetti che vivono nella zona più un sacco di mani. Dovevamo fare qualcosa anche se non sapevamo quanto vecchi fossero e abbiamo deciso d’andare nel villaggio più vicino, comprare dei cellophane per fare il ricalco giusto con i pennarelli. Non avevamo nemmeno le scale quindi ci arrampicavamo uno sull’altro e poi abbiamo fatto un rilevamento della grotta dal punto di vista speleologico fotografando tutto”.

Il rilevamento effettuato dal prof. Franco Viviani e dal team di speleologi padovano è stato poi pubblicato sulla rivista Speleologia nel numero del 27 ottobre 1992.

Antonio Massariolo
Chi è Antonio Massariolo
<p>Ho un progetto che parla di #mafialnord (http://www.109-96.it ), lavoro in radio @radiobue, scrivo su @veneziatoday e ho un canale telegram @lostrillone</p>