RadioBue.it - B-UE
B-UE

RadioBue story...i programmi che hanno fatto la storia di RadioBue!


Titolo: B-UE

Contatti: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Durata: 10 minuti

Genere: Informazione


Speaker e Regia: Mihaela Chirvase

Ecche e'?
B-UE il nuovo programma di Radio Bue non è solo un gioco di parole - si potrebbe leggere all'inglese Be UE oppure Basterebbe Unire l'Europa - ma è anche un invito all'integrazione per tutti gli immigrati che vivono e lavorano in Italia. Attraverso B-UE vedremo il fenomeno immigrazione da un altro punto di vista, conosceremo gli immigrati che non fanno mai notizia e capiremo, puntata dopo puntata, che l'unico modo di comprendere le differenze culturali consiste nel mantenere aperto un dialogo.


ATTENZIONE: il ciclo di podcast si è chiuso ma vista l'attualità dei temi trattati rimane a disposizione degli ascoltatori

 




B-UE: Otto Bitjoka
Podcast - B-UE

Otto Bitjoka è emigrato in Italia dal Camerun 35 anni fa. È filosofo, economista, presidente della Fondazione Ethnoland e vicepresidente di Extrabanca, un istituto di credito rivolto soprattutto ai cittadini stranieri. L’imprenditore camerunense ci parla del progetto Talea e lancia un messaggio ai giovani immigrati. Per il secondo anno consecutivo la Fondazione Ethnoland, in partnership con importanti aziende italiane, organizza Talea, la scuola di leadership per immigrati di alto profilo professionale, mirata a valorizzare il talento e dare più opportunità al merito. Rivolta a immigrati di prima e seconda generazione con percorsi di eccellenza negli studi universitari, la scuola si terrà dal 2 al 21 giugno nella provincia di Arezzo.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Mitsuyo Itakura
Podcast - B-UE

 

Mitsuyo Itakura, architetto giapponese vive in Italia da 7 anni. Ha deciso di stabilirsi in Italia dopo un viaggio di tre mesi in Europa e in Asia dove le è piaciuta soprattutto la gente che ha incontrato e la loro cultura. Quando è successo il terremoto e lo tsunami nel suo paese (11 marzo 2011) si trovava in Italia perché era rientrata qualche giorno prima. Come tutti noi ha visto tutto tramite la televisione ed è molto dispiaciuta per le vittime e crede molto nella forza che ha il suo paese nel rialzarsi e nel ricostruire tutto quello che è stato distrutto. Ci parla della progettazione della casa giapponese che è molto diversa da quella italiana, della vita che faceva nel suo paese e di come ha deciso di cambiare vita perché le mancava il rapporto umano in una grande azienda giapponese. Dopo che ha ottenuto la laurea italiana ha deciso di non tornare più in Giappone. Quello che le manca di più del suo paese è la vasca da bagno, una caratteristica tipica della cultura giapponese.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Martisor e Babele
Podcast - B-UE

Per il popolo rumeno il giorno di primo marzo è legato all’usanza di martisor e si dice che chi lo indossa sarà fortunato e in salute. Un Martisor  è una finissima spiga formata da due fili intrecciati, uno bianco e l’altro rosso, ai quali viene attaccata una piccola figurina di legno o metallo  che diventa un portafortuna.

Nella cultura popolare rumena i primi giorni del mese di marzo si chiamano Babele (Le Vecchie). A partire dal 1 fino al 9 di marzo ogni uno deve scegliere un giorno, oppure una baba, che anticipa lo stato d’animo e la  fortuna fino all’anno prossimo. Il tempo nel mese di marzo è molto capriccioso e si considera che il tempo buono nel giorno scelto come baba è il segno di un buon anno.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Haritini Kiriakidou
Podcast - B-UE

Haritini Kiriakidou è nata ad Atene, in Grecia, e vive a Padova dal 2003.  Dopo aver eseguito parte dei suoi studi in Francia, Inghilterra e in Italia  è arrivata a Padova  per seguire il Master in Studi Interculturali. La giovane greca lavora nell’ambito linguistico in qualità di traduttrice, interprete e mediatrice linguistica.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

 

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Laure Gérard (II)
Podcast - B-UE

Quello che alla giovane francese è rimasto più nel cuore durante tutto il viaggio è stato l’approccio con la lingua spagnola. Durante il viaggio è stata una sua scelta che la storia, la natura e  le persone siano state diverse dal mondo da cui proveniva. Laure Gérard ha potuto parlare un po’ di sè e ha dato alle persone conosciute voglia di raccontare le loro storie. Questo viaggio l’ha arricchita molto perché le sono rimaste dentro immagini di tutti i colori.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Laure Gérard (I)
Podcast - B-UE

Laure Gérard quando è venuta a Padova per fare uno stage aveva già avuto esperienze all’estero: un anno in America e sei mesi in Inghilterra, a Londra. L’inizio del suo soggiorno in Italia non è stato difficile grazie anche al fatto di aver affittato una stanza in un appartamento di studenti italiani. Laure ha fatto un viaggio di un anno che si è concluso in India. Ha cominciato con il Sud America, per passare  poi in Nuova Zeelanda e Australia e da qui nel sud-est asiatico. Era un sogno che aveva da tanto tempo e realizzandolo le ha dato uno sguardo un po’ più distaccato della vita di tutti i giorni.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Ospiti B-UE su Radio Cooperativa
Podcast - B-UE

Sabato 18 dicembre 2010, in occasione della Giornata Mondiale dei Migranti, Radio Cooperativa ha partecipato, assieme ad altre radio libere italiane e straniere ed in particolare a Radio 1812, ad una lunga diretta che è cominciata a mezzogiorno ed è terminata a mezzanote. Radio Bue ha partecipato con l’intervento di due ospiti della trasmissione B-UE: Delia Petroiu e Eder Fragozo. Delia Petroiu, traduttrice autorizzata, originaria dalla Romania  è la figlia del grande critico d’arte Deliu Petroiu. Eder Fragozo, pittore e architetto,  nato a Cartagena de Indias (Colombia). Entrambi vivono in Italia da 18 anni.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

 

Add a comment
 
B-UE: Aurélie Chenard
Podcast - B-UE

Aurélie Chenard, francese, vive a Padova da 2 anni. Ha conosciuto suo marito 14 anni fa, e dopo aver tentato di vivere in Francia hanno deciso di stabilirsi in Italia. E’ maestra e da poco è riuscita a farsi riconoscere i diplomi conseguiti in Francia, così che  da settembre prossimo potrà insegnare. A parer suo gli stranieri sono accettati più facilmente in Francia e lo stato appoggia di più  le famiglie con bambini. Del suo paese le manca la famiglia, anche se riesce a tornare due volte all'anno.

 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

 

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Eder Fragozo (II)
Podcast - B-UE

Eder ha ottenuto la cittadinanza italiana quest’anno e con essa il diritto di voto. Non potendo stare con sua famiglia la vita di Eder gira intorno alle amicizie: gli amici sono diventati la sua famiglia. Riesce a tornare in Colombia ogni 3 anni ma ogni volta che torna a casa dice che è un’esperienza unica. Eder Fragozo continua la sua carriera intrapresa con successo lavorando su quadri ad olio per collezionisti privati. I suoi quadri trasmettono allegria e ottimismo, i colori forti che usa sono associati a quelli caraibici ed evocano la musica sudamericana.

 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

 

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Eder Fragozo (I)
Podcast - B-UE

Eder Fragozo è nato a Cartegena de Indias (Colombia) vive in Italia da 18 anni. Fin dalla prima infanzia è stato istruito dal padre, uno dei maestri della scuola di Belle Arti della città. A sette anni inizia a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Cartagena. A diciassette anni finisce un percorso formativo riservato a soli adulti diventando il più giovane allievo del corso ad aver acquisito il titolo di maestro in Belle Arti. Si è laureato in Architettura a Bogotà e dopo aver fatto una ricerca e aver vinto una gara a livello nazionale ha ottenuto una borsa di studio per un anno in Italia. La prima città italiana con la quale Eder è entrato in contatto è stata Mestre, ma dopo un anno si è trasferito a Padova, città della quale si è innamorato subito perché la considera una “città a scala umana” e dove abita sin da allora.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Alejandro Canella Ricci
Podcast - B-UE

Alejandro è nato a Caracas, in Venezuela, dove ha vissuto fino all'età di 21 anni. Ha deciso di seguire i genitori e venire a vivere in Italia, ad Abano Terme. Si è laureato nel 2001 in Filosofia presso l' Università degli Studi di Padova e adesso insegna lo spagnolo. Si sente venezuelano ma per via della sua formazione "all'italiana" a volte si sente un ibrido culturale. E' consapevole del fatto che la sua condizione gli da un grande vantaggio: quello di essere capace di accettare le diversità etniche, culturali e religiose.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Sonia Domoustchieva (II)
Podcast - B-UE

La violinista dell'Orchestra di Padova e del Veneto ha contatti con la sua comunità sopratutto attraverso l'Associazione Bulgaria - Italia al cui forum ha dedicato anni della sua vita. A Padova è arrivata perche l'Orchestra di Bolzano aveva deciso di licenziare gli stranieri. Racconta due episodi in cui sua figlia, attualmente violinista nell'Orchestra di Parma, ha patito per il fatto di non avere la cittadinanza italiana, ottenuta dopo 17 anni di residenza.  Sonia Domoustchieva considera che la prima condizione per l'integrazione è il lavoro e le piacerebbe che si parlasse degli errori del comunismo ma anche delle cose buone che nel sistema della Bulgaria non mancavano, mettendo l'accento sulla dignità del suo popolo.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Sonia Domoustchieva (I)
Podcast - B-UE

Sonia Domoustchieva, bulgara, violinista nell'Orchestra di Padova e del Veneto, vive in Italia da 30 anni. Non è rifugiata politica perché è arrivata in Italia dopo aver ottenuto un contratto di lavoro per 4 anni quando ne aveva solo 28 e lavorava nell'Orchestra Sinfonica di Varna. Ci racconta le difficoltà di ambientamento iniziali e fa il paragone fra la Bulgaria di adesso e quella degli anni '80.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.


Scarica la puntata

Add a comment
 
B-UE: Joanna Dolan (II)
Podcast - B-UE
A Joanna Dolan piace molto l'Italia e Padova è la sua città preferita. Adora le sagre, i Colli, il cibo italiano e il vino ma critica molto i bagni, la chiusura dei negozi in pausa pranzo e la mancanza di seggiolini per i bambini quando va in giro. Spera di poter praticare anche in Italia il mestiere di attrice e di fare più attività di doppiaggio. Attualmente dirige l'Associazione Dramarama che organizza una serie di attività pomeridiane che permettono ai bambini di imparare una lingua straniera in modo divertente. 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Add a comment
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3