Il monito del presidente della Comunità Ebraica di Padova

In occasione della Giornata della Memoria l’Università di Padova ha deciso di dedicare una lunga riflessione al tema dell’antisemitismo. L’incontro si è tenuto giovedì 26 gennaio in Aula Magna di palazzo Bo ed ha visto la presenza, oltre che del Magnifico Rettore Rosario Rizzuto, anche della storica Antonella Salomoni, che ha tenuto una lectio magistralis sui pogrom (ASCOLTA) e del presidente della comunità ebraica di Padova.

“Colgo il suggerimento del Magnifico Rettore (ASCOLTA) – ha dichiarato l’Ing. Davide Romanin Jacur, presidente della comunità ebraica di Padova -. Sono un fautore del fatto che bisogna cambiare le modalità con cui si affronta questa legge del luglio 2000 sulla Giornata della Memoria. Bisogna smettere di continuare a fare manifestazioni stereotipate e solo di figuranti per cercare d’andare un po’ più a fondo delle cose”.

“Ieri ho parlato in consiglio regionale, quindi c’era tutto il potere politico – ha continuato Davide Romanin Jacur -, oggi sono qui (Aula Magna di palazzo Bo ndr), quindi alla parte scientifica e domani (27 gennaio ndr) andrò in una scuola per la parte comunale.  Credo che questa sia l’unica strada per continuare a parlarne. Sono passate almeno tre generazioni che ci distanziano dai fatti e quindi non possiamo più ripetere fotocopie di manifestazioni che sono ormai datate, dobbiamo continuare a produrre conoscenza e ricerca su un argomento così vasto. Dobbiamo capire le ragioni storiche, sociologiche, civili, politiche e comportamentali”.

Ascolta l’intervento completo dell’Ing. Davide Romanin Jacur, presidente della comunità ebraica di Padova ⬇️

Antonio Massariolo
Chi è Antonio Massariolo
<p>Ho un progetto che parla di #mafialnord (http://www.109-96.it ), lavoro in radio @radiobue, scrivo su @veneziatoday e ho un canale telegram @lostrillone</p>